emule.it - Guida eMule
 
eMule.it > Guida Emule > Guide

 

ORA BASTA! ADSL e il blocco di eMule
Elenco router equivalenti per configurazione. Cliccare per visualizzare.
     
     
AGGIORNAMENTO TELECOM AL 15 Febbraio 2011

Telecom Italia avvisa l'utenza che interverrà sulle applicazioni che determinano un maggior consumo di banda (peer to peer, file sharing ecc.), limitando la banda destinata a tali applicazioni ad un valore massimo proporzionale alla banda complessiva disponibile sul singolo DSLAM (leggete qui).

Da tempo arrivavano nel canale di aiuto italiano utenti che lamentavano in determinate ora della giornata degli "strozzamenti" sulla loro banda, la Telecom interpellata rispondeva che "stava operando sulle linee", ora la stessa Telecom ammette che in fasce orarie in cui il traffico dati è particolarmente elevato interverrà sulle applicazioni che comportano un maggior consumo di risorse di rete (peer to peer, file sharing ecc.) limitando la banda dedicata a queste ultime ad un valore massimo proporzionale alla banda complessiva disponibile sulla singola centrale, questo per poter garantire anche nelle ore di punta una sufficiente disponibilità di banda per il funzionamento soddisfacente delle altre applicazioni “realtime” (es. navigazione internet, posta elettronica, Youtube, ecc.).

Telecom assicura che interverrà "limitatamente alle sole centrali in cui si verifcano fenomeni di congestione di traffico e che al momento non ci sono Centrali interessate"

AGGIORNAMENTO (08/09/2006)

Emule 0.47b con Offuscamento dovrebbe annullare i filtri di qualunque provider.
Dovrete scegliere opzioni --> Sicurezza --> "Attiva il protocollo di offuscamento, altrimenti Libero continuerà a filtrare il vostro eMule.

Nel canale di aiuto italiano all'interno di eMule giungono sempre più numerose le segnalazioni di utenti comprensibilmente inferociti per i malfunzionamenti con la linea ADSL di alcuni provider italiani.
Per i piccoli operatori di telefonia normalmente è un problema di sovraffollamento delle linee mentre ben diversa è la situazione per Libero ADSL che consapevolmente ha deciso di limitare la libertà dei suoi utenti.

Si lamentano una serie di disservizi con eMule tra cui il blocco della navigazione internet qualora eMule sia funzionante, l'impossibilità di far funzionare Kademlia, distacchi continui dai server ed2k, velocità ridicole della linea stessa qualora miracolosamente si riesca a scaricare (e limitazioni a velocità prossime a quelle di un 56k anche per l'utilizzo di altri p2p).

AGGIORNAMENTO (14/02/2006)

Libero ADSL ammette i problemi con eMule

Libero ha ufficializzato l'uso delle limitazioni sulle sue linee ADSL (vedi qui) specificando che:
"Iniziamo col chiarire che la policy di QoS (limitazione sulla linea n.d.r) adottata da Libero non blocca alcun tipo di traffico. Al contrario privilegia, solo in orari di picco e solo se si rende necessario, il traffico "conversazionale" (HTTP per la navigazione, RTP per il VoIP, i protocolli per la gestione della posta elettronica ecc...) rispetto al traffico generato da software di P2P o file sharing.
"Fuori dagli orari di punta e quando non è necessario non è attiva alcuna policy di QoS."
"La policy di QoS non viene applicata ai Clienti che sono collegati direttamente alla rete d'accesso di Libero, sulla quale la banda disponibile è di gran lunga superiore al fabbisogno."
"Stiamo rilevando l'insorgere di alcuni disservizi, legati in particolare all'utilizzo del software "eMule".
Stiamo lavorando con il fornitore della tecnologia di routing (tecnologia che costituisce la base della policy) per risolvere tali problemi al più presto."

I problemi sono dovuti non solo al limite imposto sulla velocità di scaricamento della linea ADSL, ma anche ad un limite sulle connessioni simultanee (probabilmente il problema tecnico menzionato da Libero). Questo comporta gravi conseguenze per eMule come la perdita dei posti in coda e velocità di scaricamento inferiori.

Potete evitare questo blocco sul numero di connessioni scegliendo i seguenti parametri in eMule:
  • Opzioni --> Connessione --> Porta TCP 1755 - Porta UDP 1756
  • Opzioni --> Connessione --> Connessioni massime 130 (iniziate da 100 se avete un router)
  • Tenete Statistiche--> Trasferimenti--> download--> sessione--> Fonti trovate inferiore a 3000 (Fermate dei file se il valore è superiore!!)
Controllate sempre di avere ID alto!!
Non potete però superare il blocco sulla velocità. L'unica soluzione resta disdire e cambiare provider.

Se volete aiutarci a scrivete a commenti@emule.it indicando l'ora del test (durante il giorno è meglio), da quante ore è aperto emule e i vostri valori di:
  • Velocità di Up e Down in basso nella barra inferiore di eMule (e se riuscite a navigare bene su internet)
  • Opzioni    --> Connessione --> Connessioni massime (se volete provate anche il valore di 150 e 100)
  • Statistiche --> Trasferimenti --> download --> sessione --> fonti trovate
  • Statistiche --> Trasferimenti --> download --> sessione --> fonti trovate --> In coda
  • Statistiche --> Trasferimenti --> download --> sessione --> fonti trovate --> troppe connessioni

Tutti i problemi derivano dall'applicazione di un sistema di limitazione del traffico P2P acquistato dai provider (vedi l'articolo In Italia prove di guerra al P2P su Punto Informatico) che si basa sull'analisi dei pacchetti (Forse questo?).
In particolare da sottolineare le affermazioni di un manager Cisco secondo qui "Si tratta di una piattaforma hardware e software che è stata applicata per la prima volta in Giappone, con successo, per limitare l'impatto del traffico peer-to-peer. ... Permette ai provider di fare bandwidth shaping, blocking o redirezione di traffico per togliere banda alle applicazioni peer-to-peer e riservarne quindi di più ad altri servizi".

Tradotto: gli operatori ADSL vi stanno fregando e noi sappiamo perchè.

Wind stessa ha ammesso l'utilizzo di questa tecnologia su Libero (vedi Un bidone le ADSL 4 Megabit? di PI):
"Da qualche giorno abbiamo attivato un engine che, in caso di traffico elevato, dà priorità a quello più prezioso per l'utenza residenziale: navigazione, posta, VoIP". Il tutto, "a scapito del resto, per esempio del peer to peer".

Quando avete sottoscritto il contratto adsl avete ottenuto accesso a INTERNET senza alcuna limitazione. Oggi il P2P è parte di internet, anzi il 70% del traffico mondiale di dati è proprio per il P2P (tra cui eMule).
Bloccando il P2P le compagnie telefoniche vengono meno al contratto sottoscritto e spero che qualcuno più esperto di noi (magari uno dei tanti movimenti consumatori) si affretti a intentare qualche causa legale: certa gente conosce solo il linguaggio degli avvocati e dei soldi.
Non fatevi fregare. Il P2P non è illegale. E' illegale scaricare materiale protetto da copyright. Non possono bloccare il P2P e dirvi di non usarlo (una delle risposte stupide dei call center). E' come vietare i coltelli da cucina perchè potrebbero essere usati per uccidere le persone.

Certo che questo metodo è interessante. Invece di COMPRARE altre linee dalla Telecom per soddisfare il traffico dei loro utenti, queste compagnie cercano di STROZZARE gli utenti dando loro sempre meno.
Non contente, promettono velocità sempre più alte (24 Mbit???) che però potete usare solo per navigare sul www.
Peccato nessuno dica che per navigare sul web basta e avanza una adsl 640Kbps da 20 euro al mese.

Due sono le cose: o questi signori si affrettano a sbloccare le linee o fareste meglio a disdire e passare a provider che non effettuano queste limitazioni (Alice adsl attualmente non ha questi problemi).
Qualora TUTTI gli operatori si mettessero d'accordo la soluzione migliore sarebbe disdire l'adsl e passare ad una flat a 56K o passare ad un contratto a velocità minima: perchè continuare a farsi prendere in giro?

Secondo il nuovo regolamento approvato da poco (vedi ADSL italiana, cambia  tutto su PI), il passaggio ad un operatore diverso viene velocizzato:
"L'utente non dovrà più chiedere la disdetta della vecchia ADSL e aspettare che la linea venga liberata, per poi ordinare la nuova ADSL. Sarà sufficiente chiedere la linea al nuovo operatore, che poi si occuperà delle pratiche del passaggio. La richiesta della nuova ADSL vale insomma anche come disdetta della precedente."
ATTENZIONE PERO'
: "... l'utente è comunque tenuto a pagare l'eventuale canone della vecchia ADSL fino a scadenza naturale del contratto. Se si ha un'ADSL con canone, conviene quindi chiedere la nuova ADSL una quarantina di giorni prima della scadenza del vecchio contratto."
Il preavviso minimo per Libero è di 60 giorni dalla scadenza annuale del contratto (200€ di penale se andate sotto i 60 gironi). In caso di disdetta immediata ci sono penali per i mesi di anticipo rispetto alla fine dell'anno: da 11 a 8 mesi 200€, da 7 a 4 mesi 100€, meno di 3 mesi 50€. (Consultate il contratto).
L'anno inizia a partire dal mese di attivazione (fatturazione della prima bolletta).
Altri contratti sono meno vincolanti (ad esempio alice si può disdire quando si vuole dopo il primo anno, vedi qui).

Una telefonata al 187 di Telecom Italia (simulando un utente che volesse passare da Libero ad Alice) ha chiarito che il call center non ne sa nulla di questa novità. Forse se telefoniamo 10 volte e facciamo la media delle risposte otterremo delle indicazioni corrette....
Intanto date un segno. Cominciate a telefonare e protestare (Libero ha il 155). Il servizio consumatori lo state pagando col vostro abbonamento: approffittatene. :)

Una cosa è certa: non domandate a noi di risolvere il problema, non possiamo farci nulla.

Non tutte le colpe sono però da attribuire ai provider perchè spesso sono gli utenti a non configurare correttamente eMule: controllate la pagina dei suggerimenti prima di lamentarvi con loro !!

Se volete esempi di mail di protesta ed alcuni indirizzi utili consultate: Protesta contro i filtri p2p di Libero dove troverete anche una guida a disdire Libero ADSL.

Per commenti: commenti@emule.it

Copyright eMule.it
2004-2016
Google
 
Web eMule.it
Torna Su